Mirabilia Art Gallery
???????????????????????????????
Giorgio Gost
Giorgio Gost, di formazione autodidatta, si dedica a particolari della pittura metafisica con grande interesse per il colore. A partire dal 2000 egli predilige la pittura geometrica e da quel momento usa numerare progressivamente ogni opera. “Per mestiere… un artista… “, scrive il ... Biografia completa di Giorgio Gost

Giorgio Gost, di formazione autodidatta, si dedica a particolari della pittura metafisica con grande interesse per il colore. A partire dal 2000 egli predilige la pittura geometrica e da quel momento usa numerare progressivamente ogni opera.

“Per mestiere… un artista… “, scrive il grande Màrai.

Un artista con la sua ricerca, la sua arte, appunto, il suo sentire, il suo esprimere ciò che avverte dentro, l’incontrollabile necessità di condividere tutto questo con gli altri, contribuendo a far si che essi si convertano alla gioia ed abbandonino la solitudine.
Questo fa Giorgio Gost attraverso la sua pittura, o almeno gli si riconosca il merito di tentare di farlo. Egli ha un pensiero prepotente, dunque, una personale esigenza: quella di dipingere.
E allora si pianta innanzi alla “sua” tela con “quell’espressione un po’ così” – cantava tanto tempo fa qualcuno – tipica dell’emiliano-romagnolo, ovvero sorridente pur tuttavia consapevole dell’impegno cui si sta apprestando, allo stesso modo di come fa uno scalatore di fronte alla “sua” vetta, o un pilota che preventivamente studia la “sua” pista.
Gost dipinge, lascia il quadro che ha realizzato in un angolo e quindi si ritrae, defilandosi per non dover correre il rischio di sentirsi dire che è bravo. Più che bravo, direi meglio, per non trovarsi a dover ascoltare che è riuscito a trasmettere emozioni; perché lui stesso si emozionerebbe, fin quasi a desiderare di trovarsi in quel momento altrove. Eppure è così, che gli piaccia o no.
Giorgio Gost è un artista che appassiona, emoziona e, suo malgrado, ci si dovrà abituare e farsene una ragione!
Questo volume, per coloro che non lo conoscono ancora, è un utile mezzo per poterne apprezzare l’arte. Per quanti, invece, lo hanno già incontrato, esso rappresenta l’opportunità di approfondire la lettura delle sue opere.
Per intanto, siccome la ricerca di un artista non dovrebbe cessar mai, e di certo non sarà Giorgio a venir meno a questo auspicio, che gli uni e gli altri restino in attesa del prossimo quadro che egli dipingerà.

ESPOSIZIONI :

Milano, maggio del 2014, mostra personale “Dal colore al tempo: Percorsi”,
sempre nello stesso anno lo spazio espositivo di biancoscuro si colora con la mostra collettiva di Gost

Ferrara, nel 2011, presso lo spazio d’arte “L’altrove”, mostra personale “Art Economy”

Brescia, nell’ottobre del 2009 e dopo circa un mese a Forlì.

Nella primavera del 2016, espone le sue opere alla 4ª edizione Art Parma Fair, a Parma

 

- Biografia